Soutache: come si lavora e tecniche per imparare

Gli hobby manuali son un ottimo sfogo che ci permette di godere alcuni momenti di relax.
La concentrazione che poniamo nel ricamo, il decoupage o altri lavori che richiedono pazienza, è salutare per la nostra mente.
Dedicarci alla creatività aiuta a staccare dai problemi quotidiani.
Quando ci impegniamo in qualcosa che ci piace, sentiamo meno la fatica e il risultato ci dona una grande soddisfazione.
Se hai del tempo da dedicare, anche solo pochi minuti al giorno, puoi cercare un hobby che si adatti ai tuoi gusti.
Ad esempio, se la tua passione è il cucito, puoi provare col Soutache!
Con questa tecnica puoi confezionare bellissimi gioielli colorati come collane, bracciali e orecchini dall’aspetto molto esotico.
Per approcciarsi al Soutache però, bisogna essere bravi a cucire ed avere buona manualità.

Cos’è il Soutache

E’ un metodo decorativo detto anche “spiga Russa” per via della sua provenienza.
Il Soutache veniva usato per ornare le giacche militari degli Zar.
Si tratta di cucire insieme 3 piattine di tessuto in colori diversi, e arrotolarle intorno a delle perline, pietre o cabochon.
Richiede una grande precisione, perché le misure devono essere proporzionate (e gli orecchini uguali!).

Il risultato è davvero fantastico, e i gioielli possono essere venduti anche ad un buon prezzo.
Per cominciare col Soutache si possono imparare le basi con i tutorial su youtube.
Le Guide sono ancora poche, proprio perché la metodica non è semplice.
Per cominciare si devono reperire tutti i materiali necessari, acquistabili in merceria o online.
L’attrezzatura di partenza è costituita da:

  • ago e filo (misura circa 0.10)
  • piattine di vari colori, misura 3 mm
  • finta alcantara
  • cabochon, perline colorate, volendo pietre decorative (leggere)
  • colla a presa rapida
  • forbici

Per cominciare

Partiamo dall’assemblaggio delle piattine.
Il Soutache vuole che siano cucite tra loro in perfetto equilibrio.
Devono risultare piatte, come fossero un unico elemento.
Se sei al tuo primo lavoro, ti consigliamo di incollarle insieme.
E’ vero che è un trucco poco ortodosso, ma evita i pasticci di cordoncini che sfuggono.
Quando avrai preso confidenza con la tecnica, potrai cucire le fettucce facendo attenzione a far passare il filo nel solco in mezzo.

La passamaneria è già realizzata in modo che i punti restino nascosti.
Prendi l’elemento che vuoi contornare, se si tratta di un cabochon, incollalo su un pezzetto di finta alcantara. Ritaglia la copia esattamente grande quanto il cabochon.
Ora prendi le pattine e arrotolale intorno prendendo bene le misure.
Quando sei sicura, chiudi l’occhiello che si sarà creato con dei punti di ago e filo.
A questo punto puoi reinserire il cabochon, ripiegare le fettucce in senso contrario intorno a una perlina e ripetere il lavoro.
Siccome la perlina è rotonda ed è facile che sfugga, ricordati di cucirla insieme passando nel suo apposito buco.
Per fissa il lavoro finito, taglia gli esuberi e incolla un altro pezzo di finta alcantara sul retro del bijoux.

Cosa creare

Questo dipende dalla tua fantasia. Puoi iniziare dai gioielli più grandi che sono meno difficoltosi evitando per il momento minuterie come ad esempio piccoli orecchini.
Cerca ispirazione sul web e lasciati illuminare dalla tua creatività!

Leave a Reply