In viaggio per Londra, in giro per i palazzi del potere

 

londra vacanzeChi è stato a Londra dice di amarla profondamente, quasi sempre la elegge a sua seconda dimora ideale e spirituale. Il fascino della grande capitale inglese sta nella sua ricca atmosfera di contaminazioni e influenze di ogni parte del pianeta, che ti fanno sentire nell’ombelico del mondo. La stessa sensazione si percepisce a New York, ma lì la cultura americana è dominante, qui a Londra, benché sia totalmente british, è l’anima britannica del grande impero perduto che si respira.

Quindi un mondo già mescolato, dove culture, facce, provenienze ogni giorno si affermano e si diluiscono all’interno di una cornice architettonica e storica pressoché unica. Londra è un insediamento antico risalente ai Romani, che da qui posero le basi per la conquista della Britannia, durata fin quasi alla caduta dell’impero romano d’occidente. E tante stratificazioni si sono succedute nel tempo, facendo e vivendo la storia. I bei posti che si possono vedere dipendono molto da cosa si cerca, perché Londra è in grado di offrire tanto a diverse tipologie di visitatori.

Per chi vuole conoscere l’architettura londinese, non mancano i monumenti e i palazzi reali e del governo, la City e il quartiere di Greenwich. Tutti questi esempi danno la misura della grandezza non pomposa di Londra. In posti come Trafalgar Square col suo leone, si respira veramente la storia, considerata il vero proprio centro di Londra, ha preso il nome della famosa battaglia navale nel 1841. La colonna di Nelson, con relativa statua, è iconica quanto basta per scattare una foto.

Le sedi del governo britannico non sono distanti da
. Scendendo verso Whitehall, si incontra Downing Street la sede del Governo del Regno Unito, proseguendo si scorge il Foreign Office, che apre la vista alla sede del Parlamento, alias il celebre palazzo di Westminster, dove si riuniscono la camera bassa (dei Comuni) e la camera alta (dei Lord). I visitatori volendo possono assistere ai dibattiti della più storica tra le democrazie europee e possono ovviamente fare una visita guidata del grande palazzo. Di fatto Westminster è un palazzo reale e qui hanno soggiornato re celebri come Edoardo il Confessore e Enrico VIII. Dall’altra parte della piazza si trova l’abbazia di Westminster, sede dei resti di tanti monarchi della storia inglese. Qui fu incoronato Guglielmo il Conquistatore.

Naturalmente l’elemento architettonico più noto di Westminster è il Big Ben, la famosa torre dell’Orologio alta 96 metri, che ospita cinque grosse campane che suonano ogni quarto d’ora. La più grande delle campane tocca solo ogni ora è quella propriamente detta Big Ben, benché il nome ormai sia associato alla costruzione. Il grande orologio bianco è noto per la sua precisione e i londinesi hanno il vezzo di accordare l’orologio secondo l’ora di Westminster.

Infine non può certamente mancare una visita al più celebre dei palazzi reali d’Inghilterra: Buckingham Palace, sede della monarchia, casa della Regina, ricca di collezioni d’arte e stanze visitabili mediante prenotazione. Alle origini il palazzo apparteneva al Duca di Buckingham, da qui il nome, che lo utilizzava come casa di campagna, ma fu acquistato da Re Giorgio III come regalo per la moglie, la regina Carlotta. Si deve a Giorgio IV la trasformazione in palazzo, molto costosa per l’epoca. Il primo regnante a trasferirsi definitivamente fu la regina Vittoria nel 1837, che aggiunse un ulteriore ala. Quello che si vede oggi, col cambio della guardia, risale nella sua forma definitiva al 1814. Il palazzo consta di 775 stanze, 52 delle quali reale, 188 camere da letto per lo staff e 78 bagni. La residenza estiva della regina è invece al castello di Balmoral, in Scozia.

 

Leave a Reply