Comprano e vendono azioni: di che cosa si occupano i trader? Differenza tra trader per hobby e professionista

Con l’avvento della tecnologia nelle nostre vite e nella nostra quotidianità, molte persone si tengono aggiornate sul mercato azionario e soprattutto su quando è possibile comprare le azioni di una o più aziende.

Questo non è un compito semplice alle volte perché il mercato può andare bene oppure male e se va nella seconda opzione si perde anche qualcosa di più che un’occasione, ma proprio soldi veri.

Infatti la compravendita di azioni delle nuove valute, che siano azioni o bitcoin, avviene attraverso il denaro vero e lo si cambia in questa nuova valuta. Vediamo oggi cos’è un trader e che differenza c’è tra quello professionista e uno che vuole semplicemente provare.

Di che cosa si occupano i trader?

Questa nuova figura è una persona che, in ambito finanziario effettua l’operazione di comprare e vendere strumenti finanziari attraverso obbligazioni, e soprattutto azioni, controllando l’andamento della borsa sul mercato, inoltre che lavori da solo oppure se è seguito da una persona, effettua pure delle scelte basandosi sulla differenza economica dell’intermediario.

Questo nuovo “lavoro” o “attività” prende il nome di Trading online perché viene svolto per di più online anche mentre si sta svolgendo il proprio lavoro al pc.

Non è una cosa semplice perché richiede molto studio, ricerca e anche molta fortuna da parte del, o dei, trader (=chi svolge l’attività professionale o no del trading online), e purtroppo a volte non ci sono delle garanzie effettuali di guadagno, soprattutto se si è alle prime armi.

Si possono guadagnare molti soldi in varie settimane e perdere tutti in pochi minuti, per questo c’è bisogno di un buon metodo di ricerca e soprattutto studio, soprattutto leggendo molti libri e seguire i consigli di chi lo fa da anni.

Inoltre molte sono ora le piattaforme online in cui è possibile iniziare a fare il trading online ma bisogna prima studiare bene il sito e valutare se ne vale la pena buttarsi in questo nuovo metodo di lavoro per guadagnare qualcosa e, come detto prima, non è sempre detto che vada bene.

Differenza tra trader per hobby e professionista

La differenza tra un trader alle prime armi, per chi svolge questa attività senza dare il massimo ma solo per il piacere di provare qualcosa di nuovo, e un trader professionista non si nota solo dalle ore che ci perdono dietro, il massimo delle ore a settimana può superare anche le 50, ma anche nella loro capacità di riuscire a svolgere questa attività online e arrivare ad un guadagno veramente proficuo.

A seconda delle ore che ci si sta dietro, bisogna controllare tutto l’andamento azionario, notare ogni possibile ed ogni minimo cambiamento e prendere i provvedimenti necessari per non perdere niente.

è un lavoro che bisogna stare veramente attenti perché come si riesce ad ottenere anche un minimo di guadagno, la prossima volta si può perdere tutto e non sarà possibile annullare niente per riavere indietro ciò che si è speso.

In conclusione, il trader che svolge quest’attività per hobby o per curiosità lo fa per provare e valutare se continuare o meno, mentre il trader professionista è abituato e sa controllare e bilanciare meglio se comprare o meno.