Criptovalute: i consigli di tradingcenter.it per investire in Bitcoin

Investire in criptovalute è una delle risorse più interessanti per chi opera quotidianamente nel trading online. Un trend che ha avuto inizio nel 2008 con la nascita del Bitcoin e che oggi si è consolidato con l’entrata sul mercato di molte altre valute digitali. Le criptomonete, infatti, sono diverse e nel tempo hanno conquistato l’interesse di migliaia di investitori; tuttavia, la maggior parte delle volte l’attenzione dei trader si concentra soprattutto sul bitcoin, oggi asset di riferimento per chi sceglie di speculare su questo particolare mercato.

Bitcoin: tutte le possibilità di investimento

Innanzitutto, Investire in bitcoin è molto semplice, basta seguire uno dei due percorsi attualmente più utilizzati per questo genere di attività. Il primo è l’acquisto di criptomoneta da conservare su un portafoglio digitale, il secondo -quello più immediato- è l’approccio speculativo del trading online, che può essere effettuato acquistando direttamente la criptomoneta o operando attraverso CFD, dei contratti che replicano l’andamento della criptovaluta senza richiederne il possesso.

L’opzione del trading sul bitcoin con i CFD è quella maggiormente consigliata anche dai migliori siti in abito finanziario. È il caso del noto portale informativo Tradingcenter.it, i cui analisti sono concordi nel suggerire questo approccio operativo soprattutto in virtù del minor esborso di capitali. Oggi, inoltre, gli operatori del settore vedono nel trading online una risorsa molto interessante per approfittare della volatilità del bitcoin, tenendo conto che questa criptomoneta è quotidianamente interessata da importanti oscillazioni dei prezzi, che si rivelano molto importanti per chi punta a fare trading intraday.

Come investire in bitcoin in sicurezza

Ogni attività di trading online presuppone una certa attenzione. Investire in bitcoin non fa differenza, per queste ragioni Tradingcenter.it suggerisce di diffidare da quei broker online non in possesso di opportune autorizzazioni, accertandosi, per tempo, che l’intermediario sul quale si andrà a operare sia scrupolosamente regolamentato. Un broker che svolga le sue attività sotto l’egida di una o più giurisdizioni, infatti, può garantire una maggiore affidabilità, nel pieno rispetto dei regolamenti finanziari, dei trader e della tutela dei loro conti.

Naturalmente, in tema di trading sulle criptocurrencies è altrettanto importante non sottovalutare la fase formativa. Operare sul bitcoin o su qualsiasi altro asset senza un’opportuna preparazione non conduce quasi mai ai risultati sperati e nel tempo può addirittura rivelarsi controproducente. Per questo, gli esperti di Tradingcenter.it consigliano agli aspiranti investitori di tradare sulle criptovalute solo dopo aver preso parte a una fase preparatoria. In questo campo, naturalmente, i migliori broker online offrono ai trader un’interessante quanto copiosa offerta formativa gratuita, fatta di corsi, webinar e consigli da parte di operatori esperti.

Piattaforma di trading: i requisiti per operare sul bitcoin

Uno degli aspetti che non deve essere sottovalutato negli investimenti in bitcoin è l’importanza della piattaforma. La maggior parte dei broker oggi offre tool di trading completamente gratuiti, che possono essere utilizzati sul computer, sul web browser o comodamente da app; ma è importante assicurarsi che offrano sempre la migliore proposta operativa, in modo da assicurare un’interfaccia di trading ampiamente professionale.

Tanto per cominciare, una buona piattaforma deve dare accesso ai grafici in tempo reale, con la possibilità di customizzare ogni singolo elemento. Tra gli altri aspetti sui quali gli esperti di Tradingcenter.it consigliano di prestare maggiore attenzione, ci sono gli indicatori di trading e gli strumenti di stop loss e take profit, i quali garantiscono una gestione più efficiente degli inserimenti d’ordine e della gestione della posizione al mercato. Altrettanto importante, la possibilità di utilizzare una leva finanziaria, considerando però che, per quanto riguarda il trading sulle criptomonete, non è concesso un fattore moltiplicatore molto alto.

In poche parole, il modo migliore per investire in bitcoin è quello che presuppone un’attenta fase di analisi. Oggi sono in molti a ritenere il BTC come un asset troppo volatile per poter individuare dei trend ben definiti, ma la verità è che bisogna sempre procedere evitando di investire sull’onda dell’emotività. Il consiglio degli esperti, in ogni caso, è quello di avvalersi sempre di proposte di analisi tecnica o segnali di trading, per avere una visione d’insieme sulle varie alternative operative.

Leave a Reply