Fiorellini primaverili: quali sono,come curarli e coltivarli

Quali sono i fiorellini primaverili  qual è la cura e la coltivazione più idonea? Ci sono diverse varietà di questi fiori la maggior parte si adatta ai più svariati climi e temperature, altri hanno bisogno di cure più dettagliate. Scegliamo i fiori primaverili di facile coltivazione, ritagliando un piccolo angolo nel nostro giardino con un’adeguata esposizione solare o  creiamo  una bella terrazza piena di questi splendidi fiori. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Tipologie di fiori primaverili

I gerani sono delle piante ornamentali semplici da coltivare sia in vaso su un terrazzo che in un bel giardino, non hanno bisogno di particolari attenzioni.

  • Per un’ottimale crescita hanno bisogno di una  buona esposizione al sole, una bella posizione ventilata e del buon terriccio.
  • Per il geranio il miglior terriccio è rappresentato da  torba bionda, bruna ed argilla, i gerani adorano i climi caldi ed è importante per chi decidesse di  coltivarlo in vaso optare per le giuste dimensioni che oscillano dai  16-18 cm di diametro fino e oltre 35 cm  per le piante di maggiori dimensioni.
  • Un particolare tipo di geranio è quello chiamato  edera e per le varianti  pendenti si consiglia di utilizzare cassette profonde 18-20 cm collocate  a 20 cm l’una  rispetto all’altra.  Il geranio è una pianta di tipo  ornamentale ideale  per arricchire  i balconi di fioriture allegre e super colorate.

Primule

Le primule come sta ad indicare  il loro stesso nome sono  i primi fiori a nascere  subito dopo la fine dell’inverno. I petali hanno varietà di  colori allegri  e possono essere dotati di  colori brillanti ed anche molto delicati inoltre hanno veramente bisogno di minime attenzioni.

  • Coltivate in giardino devono essere tenute in un terreno molto ricco di Humus, inoltre, le primule soffrono il calore e le correnti d’aria, quindi  alle  piantine va riservata una posizione riparata e a mezzombra. Per la  collocazione  su di  un balcone o un davanzale bisogna scegliere  un posto poco  ventilato e al riparo dai raggi del sole. I’ innaffiatura sarà  regolare e  il terreno si asciugherà  bene tra un’innaffiatura e la successiva.  Queste sono le  semplici accortezze da seguire cosi da avere   primule  rigogliose e con  fioriture bellissime.

Tulipani

I tulipani altro fiore tipico primaverile deve il significato al  termine ‘tulipa’ da cui deriva il nome tulipano  desinenza  turca che vuol dire «tullband», ossia  copricapo,  la forma che il fiore sembra possedere;

  • sono i fiori che simboleggiano la primavera e sono veramente irresistibili con i  colori vivaci che infondono  il buonumore per coloro che li osservano. Il tulipano è anche una delle piante da fiore più diffuse nei giardini, è molto adattabile ed i bulbi   hanno la capacità  di durare generazioni. Le specie che hanno una crescita spontanea  vengono calcolate almeno in  150, ma ne esistono  di notevoli  varietà e colori. Il tulipano necessita di sole, di una zona all’ombra. A primavera, durante la fioritura, devono essere bagnati ogni due o tre giorni.

Ovviamente ci sono tanti altri tipi di fiori primaverili tipo le begonie fatte di un grande varietà di colori, o ancora i crochi bei fiori che annunciano l’arrivo della stagione primaverile che hanno varie tonalità che va dal blu, lilla e violaceo e ancora le fresie che hanno un odore intenso e fioriture colorate dal verde, giallo e bianco. E per finire la profumatissima lavanda da piantare in giardino in una zona soleggiata che ha bisogno di poca acqua e molta luce. Quindi abbiamo visto che vi è solo l’imbarazzo della  scelta nel coltivare questi bellissimi fiori dalle più svariate sfumature!

Leave a Reply