Fiori d’arancio: cosa sono, proprietà e significato.

I fiori d’arancio sono sicuramente di buon auspicio per le coppie, inoltre sono noti  in Cina dalla notte dei tempi poiché da loro si ricava un’olio essenziale chiamato il neroli che viene usato in cosmesi e nella medicina dalle riconosciute proprietà rilassanti e rigeneranti .

Storia dei fiori d’arancio

Questa pianta è citata  all’interno della mitologia greca, custodita dalle figlie del Dio Atlante e  fu dono di nozze in occasione del matrimonio tra Zeus ed Era. Da sempre l’arancio è un simbolo di buon auspicio legato alle nozze. Questo bellissimo e profumato fiore è ricordato col nome di Zagara che in lingua araba vuol dire appunto fiore d’arancio .

Quindi una storia quella di questo fiore associata a profumi intensi, forti che ci regalano simbologie di buon auspicio e prosperità.

Effetti benefici sulla salute.

Questo incantevole fiore non solo vanta una storia antica ma viene ricordato per gli innumerevoli impieghi sia nel settore cosmetico che in campo medico.

L’olio ricavato (essenziale) chiamato neroli è utilissimo come calmante è un ottimo riequilibrante della  mente, combatte l’insonnia, lo stress ed è un ottimo sostegno per le donne con problemi collegati al ciclo mestruale.

Tra i numerosi benefici rigenera le cicatrici, è un ottimo calmante per pelli sensibili e secche e ridona elasticità alla pelle  invecchiata. Ovviamente deve essere usato in giuste dosi che non devono essere eccessive per evitare problemi cardiaci e non sono consigliati per donne in attesa.

Il neroli è molto indicato per placare gli stati emotivi e riequilibra la mente che versa in stato di agitazione e confusione.

Questo utilissimo olio è un valido rimedio contro quei  fastidiosi insetti  come  le zanzare durante la stagione estiva. In effetti, lo zanzare odiano e dir poco l’odore  di questo olio che rafforza il suo potere se usato insieme alla lavanda.

Allora proviamo a liberarci  di quei fastidiosi ronzii soprattutto notturni delle zanzare e contemporaneamente proteggiamo la nostra pelle dalle loro fastidiose punture. Le zanzare sono portatrici di malattia molto pericolose per l’uomo come la malaria.

 I fiori di arancio in cucina.

Basti pensare che sono usati per aromatizzare i dolci donando un sapore unico. Oppure gustare una buona tisana che calma il nervosismo e i morsi della fame: si utilizza una tazza di acqua bollente sciogliendo un cucchiaio di questi fiori per  5 minuti per l’infusione. Al composto filtrato si aggiungerà  una punta di miele e  la nostra tisana sarà pronta!

 

 

 

Leave a Reply