Fiume di Saragozza: caratteristiche e curiosità dell’Ebro

L’Ebro ( Ebre  in catalano) è il più imponente fiume della Spagna ed il secondo del territorio iberico (il primo è il Tago) si snoda per circa 900 km dalla sua sorgente originaria in Cantabria sino ad arrivare alla sua foce in Catalogna.

Caratteristiche

Il nome del fiume è di derivazione iberica- latina , legato al termine basco  ibar  che vuol dire «riva del fiume». Il fiume ha dato il nome al popolo degli iberici, da cui l’aggettivo che contraddistingue fornito alla penisola, appunto:  ibericaLa sua lunghezza (è stato detto e viene riportato, dalla sorgente del fiume Hijar sulla cordigliera cantabrica), è di 930 km ed il suo bacino ha 83.093 km² di superficie.

Secondo i canoni la sorgente è localizzata a circa 1.000  slm  in località Fontibre, presso Reinosa, dove si trova una minuscola risorgiva (circa 1 m³ / s) da questo punto sino alla foce la lunghezza è di 910 km. Un po ‘distante da Reinosa il corso superiore del fiume si snoda in grandi gole, il  fiume  passa attraverso le regioni della Cantabria, Castiglia Paesi Baschi, Navarra, La Rioja e Aragona per poi tuffarsi in una grande delta all’interno del Mar Mediterraneo, nei pressi della città di Tortosa .

Saragozza

 Ritroviamo durante il suo percorso l‘Ebro che confluisce dietro alla bella Basilica  di  Nuestra Senora del Pilar di Saragozza , il  fiume  divide  la Città  in due parti : sulla riva sinistra  si  sono sviluppati i quartieri più eleganti e le zone residenziali, sul lato destro  sorge il  “centro storico”. L’Ebro è il fiume che taglia in due la città di Saragozza  in quanto sono  stati costruiti diversi ponti tra cui il Ponte di Pietra dal quale si gode una piacevole panoramica della stessa città e della Basilica del Pilar per continuare e dirigersi verso la zona Expo. 

Saragozza vanta un clima di tipo mediterraneo semi-arido, umido tipico del  fiume Ebro . Le stagioni sono molto fredde e rigide con gelate di notte e nebbie al mattino, le condizioni nevose sono scarse. Nel periodo estivo caratteristica del fiume è quella di offrire la possibilità di praticare diversi sport acquatici o lungo il percorso di trovare tipici ristoranti locali dove gustare piatti caratteristici del posto. Un particolare costeggiare il fiume in moto è un’esperienza davvero notevole. E ‘una idea quella di fare un viaggio per ammirare la vista città di Saragozza e monumenti cittadini nella parte situata a sud del fiume poiché nella zona a nord dell’Ebro non c’è granchè da vedere. Questo tour interessante è pieno di storia e di luoghi incantati da visitare.

Leave a Reply