La brughiera degli inglesi: come viene chiamata? Che caratteristiche ha?

La brughiera degli inglesi: come viene chiamata? Che caratteristiche ha?

La Brughiera degli inglesi, anche chiamata brughiera di Bodmin o Bodmin Moor, è un’area di più di duecento chilometri quadrati. Si estende in Cornovaglia settentrionale, situata precisamente a nord-est rispetto la città di Bodmin.

L’area è considerata una zona di eccezionale bellezza naturalistica (“Area of Outstanding Natural Beauty” in inglese), proprio perché è un enorme parco naturalistico affascinante e incontaminato.

Si tratta di un’area verde e circolare, attraversata soltanto da una strada, la A30, e alcune stradine che portano all’interno della brughiera.

L’area è ricca di segni preistorici, ben conservati, e ancora incontaminati.

All’interno di quest’area si possono scorgere cavalli selvaggi e mucche libere, insieme a tanti altri animali liberi.

Misteri e leggende sulla Brughiera degli inglesi

Pare che in questo luogo viva un animale leggendario, una specie di pantera nera che solo in pochi hanno avuto la fortuna di poter vedere. Secondo alcuni l’animale non esiste, ed è solo una leggenda tipica della zona. Secondo altri, invece, l’animale esisterebbe, e di tanto in tanto si manifesterebbe ai turisti che passano nella zona. Il felino fu avvistato per la prima volta nel 1978, nei dintorni dell’area naturale. Questo fu la probabile causa dell’uccisione dei capi di bestiame, e della perdita di molti animali. Il gattone nero fu avvistato ancora negli anni a venire, e fu addirittura immortalato in un video, in cui venne descritto come un grosso felino, delle dimensioni di una lince o di un puma. Ne video, infatti, la sagoma del felino nero era lungo almeno un metro e mezzo.

Questo video, e il ritrovamento di un’orma felina piuttosto grande, fecero nascere un mistero: alcuni criptozoologi studiarono a fondo la questione, e ne conclusero che in questa zona vive una forma felina non ancora identificata.

Questo luogo è ricco di misteri e leggende, come per esempio quella di re Artù. Il lago in cui, infatti, viene gettata Excalibur dopo la morte di Artù, è proprio il Dozmary Pool, che sorge nel mezzo della brughiera. A tal proposito, molti credono che la grande excalibur sia ancora oggi seppellita sul fondo del lago, e che sia protetta dallo spirito delle acque.

Aspetto della Brughiera

La brughiera si estende per oltre 200 chilometri quadrati, non lontana da Bodmin, la città da cui prende il nome.

Osservandola tramite una mappa, si nota come l’area sia un cerchio perfetto, quasi come se fosse stato progettato appositamente.

Al suo interno vi sono aree incontaminate, dove si possono notare perfettamente le tracce di preistoria: rocce poste a cerchio, resti di antichi edifici e simili.

Qui, è possibile fare passeggiate completamente immersi nella natura, dimenticando lo stress cittadino.