Tutta la verità sul lavoro dello Chef

chefCon tutti i programmi di cucina che esistono oggi in tv gli chef sono stati proiettati in un mondo fatto di notorietà e soldi. Ma a parte i più famosi e blasonati chef stellati tutti gli altri vivono la professione lontani dalla ribalta mediatica, una professione difficile e impegnativa che non conosce sosta o riposo.

Se dalla tv qualcuno possa pensare che la vita del cuoco sia fatta tutta di rose e fiori si sbaglia di grosso. Al contrario si tratta di una professione che in pochi riescono a portare avanti: orari di lavoro massacranti, bassa retribuzione, nessuna festa a disposizione per stare in famiglia. Insomma, come si dice, un “lavoraccio” ma che se ben fatto può dare molte gratificazioni a livello personale.

Per questo abbiamo elencato alcuni dei principali luoghi comuni legati agli chef e, in merito, vi diciamo la verità:

1) Lo chef ha la divisa impeccabile: falso, tutti gli chef hanno una divisa apposita che utilizzano per uscire in sala quando necessario. Per il resto ogni chef che si rispetti, esclusi forse gli stellati che possono vantare uno staff numeroso, si sporca le mani (e la divisa) in prima persona.

2) Cucinare uguale creatività: falso, nel 90% dei ristoranti il menù è uguale per gran parte dell’anno. Ogni giorno si realizzano le stesse pietanze con un lavoro che assomiglia più a quello di una catena di montaggio che a quello di un artista.

3) Per diventare chef è sufficiente saper cucinare bene: falso, cucinare bene è solo uno degli aspetti che deve conoscere un bravo chef. Gestione delle comande, del personale, dello stress del servizio e del carico di lavoro sono altri aspetti fondamentali che si acquisiscono solo con l’esperienza.

4) Chef e cuoco sono la stessa cosa: falso, lo chef è un cuoco capo. In sostanza lo chef è colui che guida la cucina, studia il menù e decide la linea del ristorante. Il cuoco fa il lavoro sporco, ossia mette in pratica quanto deciso dallo chef. Nelle realtà più piccole le 2 figure sono rappresentate dalla stessa persona.

Con questo non vogliamo scoraggiare quanti vogliano intraprendere questa fantastica professione. Tuttavia è stupido pensare che lo chef sia quello che si vede in televisione. Lo chef non è una star, ma un lavoratore che non conosce riposo e che ogni giorno si preoccupa di tirare fuori il meglio da quello che la cucina mette a disposizione.

Leave a Reply