Assicurazione auto: come risparmiare

Assicurazione e Internet: risparmio o truffa?

risparmiare-assicurazione-autoIl risparmio è il miglior guadagno, afferma un noto proverbio. Sinceramente parlando, in questo periodo di instabilità economica che ha colpito tutto il mondo, quello che più interessa noi italiani è proprio cercare di risparmiare: tagliando le spese un po’ da una parte, un po’ dall’altra si cerca così di tentare di arrivare a fine mese senza avere l’acqua alla gola.

Ma tra i tanti pagamenti che una famiglia è chiamata a osservare, il versamento della polizza assicurativa dei propri veicoli è diventato oggetto di un acceso dibattito.

ANIA, acronimo che sta per Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, ha incaricato The Boston Consulting Group di svolgere degli accertamenti proprio per quanto riguarda il costo medio di una assicurazione Responsabilità Civile in Italia. I risultati hanno scatenato il finimondo: secondo i dati raccolti, in Italia ci sarebbe infatti un rincaro delle polizze assicurative addirittura del doppio rispetto alla media europea.

Di conseguenza, coloro che devono assicurare la proprio auto devono spendere sui 500 – 600 euro, mentre chi possiede una motovettura l’assicurazione scende a circa 250 – 300 euro. Fin qui, nulla di strano sembra, ma l’indignazione popolare italiana è esplosa quando sono stati resi noti le medie europee per quanto riguarda le polizze assicurative auto e moto: rispettivamente sui 300 euro e sui 150 euro.

Un rincaro che ha dell’incredibile – se non del vergognoso – ma, finché le parti in atto, ovvero i rappresentanti dei consumatori, carrozzerie e assicurazioni, non giungeranno ad un accordo, gli italiani dovranno continuare a pagare le salate assicurazioni, pena delle sanzioni severissime.

Gli italiani hanno però trovato un modo per risparmiare anche sulle polizze assicurative dei veicoli: è stato infatti riscontrato che più del 40% degli abitanti del Bel Paese ricorre all’imparziale strumento di Internet per riuscire a calcolare i prezzi più bassi proposti dalle assicurazioni e di conseguenza risparmiare sulla propria polizza RC auto, arrivando fino al 50% di spesa in meno.

La possibilità di risparmiare può però agire come specchietto per le allodole e i più esperti mettono in guardia: non esiste la polizza più economica in assoluto, ma solo la più conveniente per il proprio specifico caso.

Inoltre, conseguenza del mercato libero di Internet, c’è il rischio di incorrere, facendo magari un preventivo assicurazioni rc auto, in operatori non abilitati o esteri che non possono esercitare in Italia. La stipula di un contratto non conforme alle leggi italiane comporta chiaramente maggiori difficoltà di risoluzione in caso di incidenti o contenziosi.

È consigliato quindi informarsi sempre accuratamente presso l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS): risparmiare sì, ma con intelligenza.

Leave a Reply