Le migliori serrature per porte blindate: come individuarle e quanto costano?

Quando una vecchia serratura è arrugginita e molto vecchia bisogna assolutamente cambiarla. Le serrature aiutano le persone a sentirsi sicure in casa e anche nel lavoro è indispensabile averne una, soprattutto se si lavora a stretto contatto coi soldi e con oggetti di grande valore (es: anche i gioielli, diamanti, lingotti e pietre preziose da usare per fare anelli e collane).

Senza una serratura interna alla porta molte persone vivrebbero con ansia, soprattutto la notte perché qualcuno di malintenzionato può trovare una facile occasione per entrare. Per evitare qualsiasi tipo di pericolo è meglio scegliere una serratura nuova, moderna e con l’apposita chiave di sicurezza, ecco alcuni esempi da valutare e confrontare.

Come individuarle?

Prima di cambiare la serratura nelle porte blindate, che di solito si trovano nei caveaux delle banche e nei luoghi di massima sicurezza, ma anche nelle porte delle nostre case, è sempre meglio informarsi e aggiornarsi su tutte le varie marche e possibilità in cui è possibile chiedere un preventivo e far iniziare i lavori al quanto prima.

Anche se può sembrare difficile o complicato, in realtà una buona serratura deve possedere:

  • Il cilindro europeo
  • Il blocco serratura
  • Il defender
  • Il contro defender

Le migliori in commercio che si possono trovare sono le seguenti:

  • La serratura Abus 150555 – EC850N 10/30 possiede la porta con cilindro profilo europeo, è una delle più economiche e anche semplici da montare nelle porte, anche quelle più robuste.
  • La serratura di sicurezza porta blindata Mottura ART.52.571, è una serratura a 4 mandate, fatta in acciaio e molto facile da montare e sostituire.
  • La serratura Hoppe Arrone Ar/D-195Mc – Serratura digitale a combinazione, con pulsanti e a pressione, sono tre tipologie diverse di serrature, adatte anche per le persone mancine, sono utili per l’uso esterno e interno nelle zone in cui è presente il traffico, possono essere adatte per porte dallo spessore di 30 e 56 mm.
    Può avere anche una tastiera numerica, quindi bisogna ricordarsi la numerazione giusta, e può essere cambiata ogni settimana o ogni mese.
  • La Ckey è una serratura originale perché è orizzontale e con il cilindro, è adatta per le porte spesse 850 mm di legno, metallo e plastica, si trova solo di colore bianco, grazie all’apposita chiave è possibile aprirla dall’interno o dall’esterno, è una delle più sicure e utili, soprattutto per vari contesti lavorativi.
  • La serratura per la porta blindata doppia mappa 70 ha le dimensioni di 206 x 152 mm, possiede delle chiavi più lunghe per poterla aprire e chiudere.
  • La serratura triplice Mottura ha una lunghezza esterna di 50 mm, è una poma a cilindro singola con apertura interna con chiavi di 40 mm.
  • La serratura Diamant ha una duplicazione di protezione massima allo scasso, può avere miliardi di combinazioni e una cifratura di 35 elementi, resiste alla manipolazione e resiste all’impronta, la classe attiva di sicurezza p di 6 mentre quella passiva di 3.
  • La Securystar è una serratura protetta dalla duplicazione delle chiavi, possiede 5 elementi mobili sull’asse, il rotore è anti trapano rinforzato, anti bumping e la chiave possiede perni radiali su 4 file, questa la rende una delle chiavi più uniche al mondo.
  • La serratura Keso possiede un profilo personalizzabile è anti manipolizzabile e anti decodibicabile, la chiave ha circa 39 perni e anti spezzamento.

Quanto costano?

  • La serratura Abus costa circa 68,00 €;
  • La serratura di sicurezza Mottura costa sui 78,00 € circa;
  • La serratura Hoppe Aronne è quella forse più economica ma la più valida perché costa solo 50 €;
  • La serratura Ckey costa 130 € circa;
  • La serratura per la porta blindata doppia mappa 70 viene a costare sui 73,00 €;
  • La serratura triplice Mottura viene a costare spesso 68,00 €;
  • La serratura Diamond costa sui 90 € circa;
  • La Securystar viene a costare 85 €;
  • La serratura Keso può arrivare a costare anche 125,00 €.

Leave a Reply