Organizzare i magazzini industriali grazie alle scaffalature in metallo

È possibile ottimizzare gli spazi del proprio magazzino industriale utilizzando delle scaffalature in metallo per riporre la merce. Non solo, questo strumento può essere utile per una migliore gestione dei tempi relativi alle operazioni di carico e scarico.

Ottimizzare gli spazi all’interno di un magazzino è fondamentale: con una buona organizzazione, si può sfruttare l’area calpestabile al meglio e in sicurezza, ma si può sfruttare a pieno anche il volume della struttura.

Con le scaffalature metalliche per magazzini industriali si può riporre la merce in modo ordinato, gestendo ottimamente la superficie disponibile ed evitando, così, di sprecare eventuali spazi.

Tutti i vantaggi delle scaffalature metalliche

I vantaggi che una tale scelta comporta per il proprio magazzino riguardano non solo la possibilità di poter ottenere il massimo possibile dallo spazio a disposizione. A questo fattore si lega anche quello, non trascurabile, di poter tenere i prodotti in ordine.

L’organizzazione e l’ordine sono fondamentali: se c’è confusione, si fa fatica a trovare ciò di cui si necessita con la conseguente perdita di tempo. Il mercato è abbastanza vario in questo settore, per altro: è una legge basilare del commercio quella per cui più scelta c’è, più c’è possibilità di trovare ciò che è utile alle proprie esigenze.

A tutto questo si aggiunga che i costi sono assolutamente accessibili e che le scaffalature metalliche per magazzini industriali sono sicure e affidabili. Sono inoltre previsti dei dispositivi concepiti per garantire ancora più sicurezza, come per esempio i dispositivi antisgancio e i fermapallets. In commercio ci sono pure modelli antisismici che vengono incontro anche a chi lavora nelle regioni in cui vige il relativo obbligo di legge.

Scaffalature in metallo: le tipologie

Per stoccare merce pesante o prodotti in grosse quantità, organizzati in pallet e bancali, ci sono i classici portapallets. Con essi, è possibile conservare i pallet sfruttando più livelli (con grande ottimizzazione dello spazio).

Si tratta di scaffali che si adattano anche alla merce che si movimenta e al tipo di magazzino, statico o dinamico. Comunque, rispetto alle aree utili allo stoccaggio, se ci sono limiti di spazio si può propendere per i soppalchi industriali che prevedono diversi livelli a cui si accede tramite scale o passerelle.

Gli articoli caratterizzati da una certa lunghezza, particolarmente impegnativi da stoccare e spostare, con le scaffalature cantilever diventano gestibilissimi, sfruttando le apposite sporgenze delle scaffalature stesse.

I cantilever sono adatti sia all’interno che all’esterno perché su di essi non si accumulano la neve o la pioggia. Se, infine, l’azienda interessata all’acquisto di questi dispositivi si occupa magari di quantità anche ingenti di prodotti ma di peso contenuto, l’ideale sono le scaffalature leggere, adatte allo stoccaggio manuale articoli non molto pesanti.

Si tratta di una tipologia di scaffalatura appropriata anche per le esigenze degli archivi o dei ristoranti. A tal proposito, si tenga presente che si parla di ripiani in metallo o acciaio inox compatibili con le procedure HACCP e con la normativa igienico-sanitaria.

Come scegliere il tipo di scaffalatura più adatto alle proprie esigenze

La scelta della giusta scaffalatura deve essere condotta guardando alla merce che si movimenta e alle operazioni di stoccaggio.

Le scaffalature, infatti, devono essere idonee per il tipo di articoli che la ditta tratta e, inoltre, il lavoro di carico e scarico deve essere agevole e il più possibile ottimizzato.

Si tenga presente che ogni scaffalatura è legata a un principio di progettazione modulare: in modo pratico e veloce, può essere montata grazie a un sistema di incastri e ganci.

Questo significa che è possibile adattare e personalizzare la loro disposizione in base alle proprie necessità, tutto questo nel rispetto degli obblighi di legge e in totale sicurezza.

Leave a Reply