Tirana: dove si trova e cosa vedere in estate

Una bella vacanza in Albania quest’estate? Perche ‘non farci un pensiero? Vedremo le migliori tappe da non perdere, il mare e le spiagge più belle.

Albania: luoghi da visitare, spiagge incontaminate e mare cristallino

L’Albania è una terra incontaminata, riscoperta negli ultimi tempi, da visitare con un viaggio per scoprire la località di mare, siti archeologici e delle principali città albanesi.

Un soggiorno in Albania è una possibilità da cogliere al volo,    le tariffe sono molto interessanti, il cambio della moneta è molto favorevole. Insomma alla scoperta della cultura albanese, della capitale, di località come può essere Saranda e Scutari.

Il mezzo più comodo per arrivare in Albania rimane l’aereo , ma è possibile optare tra una vasta offerta con soluzioni diversificate. Voli di linea si trovano nelle principali città italiane   per l’aeroporto internazionale di Tirana,  oppure vi sono altri scali, uno di  Kukes  e l’altro vicino   Saranda. Si può viaggiare con Alitalia, Blue Panorama e Albawings . 

Altro mezzo molto ambito è il traghetto in questo modo si ha la possibilità di fare una crociera nel Mediterraneo. La traversata dura dalle 7 alle 9 ore, per poi sbarcare al porto di Durazzo con compagnie quali GNV, Adria Ferries e Venturis Ferries. In ogni caso per i più temerari ci si può recuperare in Albania in  auto , viaggiando per circa 12 ore attraversando Slovenia, Montenegro e Croazia.

Il miglior periodo per visitare l’Albania rimane l’estate. Infatti questa bella terra gode di un clima mediterraneo proprio come quello italiano con inverni molto freddi ed estati caldi ed umidi. I mesi più idonei sono da giugno a settembre. Oltre il mare si può visitare la zona di montagna e le località archeologiche dove il miglior clima per le escursioni sarà la primavera e l’autunno con la temperatura miti.

La prima tappa significativa è la capitale Tirana, una città che offre molte attrative. Il nostro percorso parte dalla  Torre dell’Orologio , con un’altezza di 35 metri, per poi scoprire la Piramide di Hoxha , che attualmente è un centro culturale giovanile. E ancora il Mercato Centrale, il maestoso Museo Nazionale di Storia e la Moschea Ethem Bey, e per assaporare cibo locale recheremo nel quartiere di Bllok.

Una sosta è obbligatoria a   Durazzo  città che ha avuto un’influenza bizantina e romana dove si possono visitare numerosi siti archeologici e proseguendo vedere  il  Castello e la Torre Veneziana , l’Anfiteatro e il Museo Archeologico, la Grande Moschea, il centro dedicato alla preghiera di Fatih, il Monastero ortodosso di Shen Vlash.

Allora cosa aspettiamo dopo aver scoperto tutte queste attrattive? Pronti a partire per godere nel massimo relax di una vacanza tranquilla piena di storia e cultura.

 

 

 

Leave a Reply