Kaye danzatrice, tutta la storia di Nora

Nora Kaye è stata una famosa ballerina statunitense componente dell’American Ballet e del New York City Ballet. Viene definita la Duse della Danza.

A distanza di decine di anni l’atmosfera di molti teatri statunitensi sembra ancora vibrare dei volteggi della danzatrice Nora Kaye. Definita la “Duse della danza”, in verità la Kaye ha anche ha rivestito molti altri ruoli; la storica ballerina dell’American Ballet Theatre, infatti, è anche stata coreografa, attrice e produttrice cinematografica. In effetti, la sua stessa storia personale sembra proprio la trama di un film.

Breve biografia di Nora Kaye

Nora Kaye nasce Nora Koreff a Brooklyn, il popoloso quartiere di New York City, da genitori ebrei russi immigrati negli Stati Uniti.

Nel 1935, all’età di soli 15 anni, la Kaye diventa una componente dell’American Ballet e pochi anni dopo, nel 1939, dell’American Ballet Theatre. In breve tempo Nora diventa la principale ballerina di questo corpo di ballo e interpreta magistralmente balletti di Tudor, quale “Pillar of Fire” del 1942, e De Mille, come “Fall River Legend” del 1948.

Agli inizi della seconda metà degli Anni ’50 la Kaye passa al New York City Ballet dove fa parlare di sè nella veste di protagonista di “The Cage” di J. Robbins del 1951. Dopo quest’esperienza l’ormai celebre ballerina statunitense torna per un quinquennio all’American Ballet Theatre fino a ritirarsi definitivamente dalle scene nel 1961.

Tuttavia, una volta riposto il tutu nell’armadio, la Kaye tuttavia continua a rimanere in ambito artistico lavorando come assistente del secondo marito, il regista e coreografo Herbert Ross.

Piegata da un male incurabile, Nora Kaye muore a Los Angeles il 28 febbraio 1987 all’età di 67 anni.

Grande artista ed interprete memorabile del suo tempo

Grande artista ed interprete con grandi doti e comunicativa per la danza  del suo tempo, Nora Kaye è stata la prima ballerina americana ad essere ammirata a livello internazionale. Ballerina tra le più osannate del suo periodo . Ha ricoperto innumerevoli ruoli classici, è salita alla ribalta per aver introdotto un nuovo look tra i ballerini,specialmente nei dance-drama di Antony Tudor negli anni ’40 e ’50. ”Rivestendo il ruolo di ballerina americana,” Miss Kaye scrisse nel Theatre Arts ”Non ho mai dato nulla per scontato. Interrogo ogni tradizione, ogni interpretazione, ogni movimento. Le risposte che ho trovato, talvolta giuste e talvolta sbagliate, costituiscono il mio contributo al giovane ballerino americano: non accettare alcun ruolo finché non lo si comprende. Questo impulso alla ricerca e alla scoperta è, credo, il marchio del balletto americano”. Mikhail Baryshnikov parlando della grande ballerina sostenne: “Era senza dubbio una grande donna di teatro e un esempio per qualsiasi ballerino, per la sua tenacia, per la sua energia e per ciò che significa essere una grande star”.

Leave a Reply