Gli hosting economici sono affidabili?

Quando si decide di aprire un proprio dominio web e di ricorrere ad un hosting è fondamentale sapere quali sono le caratteristiche fondamentali da tenere in considerazione prima di incappare in qualche errore che ci costerà caro. Prima di aprire un sito e scegliere l’hosting è importante informarsi sulle tipologie di domini e hosting presenti sul mercato e anche di capire quali siano le nostre reali necessità.

Se non avremo troppe pretese e il nostro dominio è legato solamente ad un hobby forse non sarà necessario spendere molti soldi per raggiungere uno scopo ma anzi, varrà la pena risparmiare qualche soldo e concentrarsi molto sui contenuti.

Se al contrario desideriamo aprire un sito che possa essere per noi fonte di guadagno varrà la pena informarsi su quali siano le prestazioni degli hosting proposti per scegliere quello che fa al caso nostro.

Non si deve pensare che gli hosting siano tutti uguali e che non valga la pena investire qualche risorsa in più in essi ma, tuttavia, non è neanche necessario spendere un patrimonio per un servizio magari talmente avanzato da non essere in grado di usarlo.

Quali sono gli hosting più economici?

In alcuni casi è dunque preferibile ricorrere ad un hosting economico per evitare di investire somme di denaro consistenti magari in progetti nuovi che non avranno fortuna ed evitare così di perdere inutilmente del denaro.

Tra gli hosting low-cost presenti sul mercato troviamo ad esempio Giga, utile per sistemi operativi come Windows e Linux.

È possibile ricorrere anche a VHosting Solution che risulta essere uno dei meno costosi ma anche uno dei più affidabili ed indicati per intraprendere una nuova attività.

Un colosso italiano di hosting low-cost e su misura è di certo Tophost che propone soluzioni che parto da prezzi inferiori ai 6 euro annui.

Nel caso di Topshop, uno degli hosting più usati, è possibile scegliere tre diverse tipologie di pacchetto che includono differenti servizi ma rimanendo sempre entro prezzi del tutto concorrenziali e inferiori ai 20 euro annui.

Ognuno di questi pacchetti prevede un traffico illimitato e non prevede aumenti durante gli anni successivi al primo e quindi è possibile mantenere il risparmio se si ottengono buoni risultati oppure cambiare hosting se non si è soddisfatti senza avere il rimorso di aver investito una cifra molto alta.

Le tipologie di hosting sono davvero tante e ognuna di essere propone pacchetti che variano di prezzo e offerta per incuriosire e ingolosire l’utente ed, eventualmente, indurlo a fare l’upgrade l’anno successivo all’utilizzo iniziale se si sarà trovato bene con l’hosting.

La cosa più importante è sempre capire perché si vuole acquistare un dominio e un hosting per evitare di incorrere in truffe che, non solo ci faranno perdere denaro, ma anche tempo prezioso che può essere investito migliorando la nostra attività online.

Leave a Reply