Social media manager: come ottenere più visualizzazioni su TikTok

La maggior parte dei social media manager è abituato a lavorare soprattutto con Instagram e Facebook, oltre ovviamente a YouTube, Twitter e a tutti gli altri social. Senz’altro TikTok rappresenta una sfida per un professionista, infatti si tratta di un’applicazione completamente differente rispetto alle altre, a partire dal format fino al target di pubblico che punta ai giovanissimi.

Stare al passo coi tempi diventa sempre più difficile, infatti è necessario aggiornarsi continuamente per capire come funzionano queste nuove piattaforme, per farsi trovare pronti quando i clienti chiedono di ottenere risultati concreti. Vediamo alcune strategie efficaci per lavorare con TikTok, per capire come adeguare l’attività di social media manager a questo nuovo e inarrestabile social.

Rivolgersi alle agenzie specializzate

Tutti i clienti vogliono investire il meno possibile e raggiungere i propri obiettivi nel minor tempo possibile, senza importarsi molto del come riuscirci e del lavoro che c’è alle spalle. Spesso è utile avere un network di conoscenze professionali, appoggiandosi ad agenzie specializzate in grado di fornire un supporto concreto, per aumentare le prestazioni rapidamente in modo efficiente.

Ad esempio, Visibility Pack mette a disposizione un servizio specifico per comprare visualizzazioni TikTok, per incrementare le performance dei contenuti pubblicati sulla piattaforma e ottenere subito maggiore visibilità, con la possibilità di acquistare anche like e follower. In questo modo si possono ricevere vere interazioni da account reali, con prezzi competitivi, supporto H24 e attivazione istantanea.

Fare advertising su TikTok

Ogni social media manager conosce bene l’utilità degli strumenti di advertising, perciò anche con TikTok se un cliente vuole dei risultati rapidamente bisogna creare delle campagne a pagamento. Questo servizio si può usare in attesa della crescita del traffico organico, oppure per spingere dei video strategici sui quali puntare per viralizzare le clip.

Ovviamente il contenuto da sponsorizzare deve essere originale, divertente e accattivante, realizzando una clip appositamente per questo scopo, non solo prendendo un video e inserendolo nella campagna. Come avviene per le ads su Facebook anche con TikTok è essenziale definire gli obiettivi e il target delle promozioni, tuttavia è necessario tenere conto di una spesa più elevata rispetto ad altre piattaforme.

Attenzione alle sfide di TikTok

Un modo per acquisire maggiore visibilità in modo organico consiste nel partecipare alle sfide, ovvero alle challenge di TikTok indicate tramite gli hashtag di tendenza. Al momento si tratta del tipo di contenuto più apprezzato dalla community dell’app cinese, inoltre permette di creare video praticamente su qualsiasi argomento, compresi temi sociali vicini al lavoro delle ONG e delle associazioni.

Oltre a partecipare alle sfide più adatte in base alle proprie esigenze, un altro modo per migliorare la popolarità è realizzare delle challenge originali, progettate per massimizzare l’esposizione del profilo sul quale si sta lavorando. In questo caso conviene coinvolgere degli influencer, per ottenere subito più engagement e far circolare rapidamente l’hashtag con la sfida nella speranza che diventi virale.

Collaborare con gli influencer

Senza dubbio lavorare con gli influencer è la soluzione più efficace per emergere su TikTok, un social in cui gli strumenti di advertising rappresentano ancora una parte marginale. Al contrario, i personaggi in vista e i profili con migliaia di follower garantiscono un ritorno di immagine istantaneo, senza contare che sanno come muoversi e possono offrire degli ottimi suggerimenti per massimizzare la collaborazione.

Naturalmente è importante trovare gli influencer giusti in base al target di utenti e alla nicchia, scegliendo a seconda del budget e degli obiettivi una persona molto in vista o una con un account più specifico e profilato. Negli ultimi anni i risultati migliori si stanno ottenendo con i microinfluencer, soprattutto se hanno lavorato bene con la selezione del target di utenti e possono garantire una platea che interagisce attivamente.

Individuare il target giusto

Come sempre non serve a nulla fare marketing senza un target preciso, un aspetto ancora più importante su TikTok, il social per eccellenza riservato ancora oggi ai giovanissimi con meno di 24 anni d’età. A differenza di Instagram e specialmente di Facebook, in cui troviamo gli over 30, in questa piattaforma è fondamentale creare video divertenti, originali e immersivi.

Nel dettaglio la clip deve avere la musica giusta, gli effetti più adeguati e un montaggio di buona qualità, per rendere il video coinvolgente e stimolare l’interazione. Con un target specifico diventa tutto più semplice, infatti si possono realizzare indagini di mercato e ricerche nell’app per capire quali sono i contenuti più efficienti da usare, per ottimizzare il budget a disposizione e massimizzare gli sforzi con il miglior ritorno possibile.

Leave a Reply